Tenuta Le velette - Orvieto
Please wait,
website is loading
Riconoscimenti
Abbiamo sempre scelto di mettere al primo posto la qualità e fin da quando si producevano vini destinati al consumo nelle zone del solo centro Italia i premi per l’azienda sono arrivati numerosi. Il primo di cui si conserva ancora gelosamente la documentazione è la Medaglia di Bronzo assegnata al vino rosso della tenuta alla Fiera dei Vini del 1884 a cura del Circolo Enofilo Italiano.

Cominciando poi un piccolo viaggio nei riconoscimenti partiamo dai più recenti con il Gambero Rosso che nel 2015 premia l'Accordo 2010 nella guida Berebene con l'Oscar Qualità/Prezzo mentre la guida Vinibuoni d'Italia 2015, del Touring Club Italia, assegna le 3 stelle al Lunato 2013, al Berganorio 2013 e all'Accordo 2010.
Nel 2014 il Berganorio 2012 ottiene 86/100 sull'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni e soprattutto il premio come Miglior Vino per Acquistabilità della Regione Umbria. Ancora buona qualità a un prezzo accessibile al centro del 2013 con il premio per il rapporto qualità/prezzo della guida "Berebene low cost" del Gambero Rosso al Lunato 2011. Il 2012 ci vede primeggiare ancora nella guida "Berebene low cost" del Gambero Rosso con il Lunato 2010 e con gli 88 punti assegnati al Calanco 2007 nell'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni, gli stessi vini hanno raccolto anche i 2 bicchieri del Gambero Rosso. Sempre il Gambero Rosso nel 2011 ha premiato la nostra capacità di promuovere il terroir assegnando 2 bicchieri a tutti i vini tradizionali (Orvieto Classico Lunato 2009, Sole Uve 2009 e Rosso Orvietano Rosso di Spicca 2009) e il giusto valore con l’oscar Qualità/Prezzo proprio al Rosso di Spicca, nello stesso anno il Traluce 2009 (Sauvignon Blanc) ha ricevuto 87 punti sull'Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni. Nel 2010 ne "I Vini di Veronelli” vengono assegnate 3 stelle al Gaudio 2006 e 2 bicchieri dal Gambero Rosso al Calanco 2005. Il Berganorio 2008 entra nello speciale "I 500 vini più acquistabili d’Italia” di Luca Maroni del 2009, nello stesso anno il Gaudio 2005 riceve i 2 bicchieri del Gambero Rosso e i 4 grappoli nella guida Duemilavini dell'AIS mentre l'azienda comincia a ricevere la prima "Impronta Go Wine" per l'accoglienza enoturistica. Grande annata di premi il 2008 con il Calanco 2003 che riceve i 3 bicchieri del Gambero Rosso, mentre il Gaudio 2004 si ferma in finale e il Berganorio 2006 riceve l’oscar qualità-prezzo. Nel 2007 nella guida Duemilavini dell’AIS il Gaudio 2003 ottiene 4 grappoli mentre il Traluce 2005 Sauvignon Blanc arriva a 3 grappoli; il Gaudio 2003 nello stesso anno ottiene anche i 3 bicchieri del Gambero Rosso.


Inoltre

Arrivano dal Canada i premi internazionali più recenti (biennio 2014-2015), ovvero la medaglia d'argento e le onorificenze assegnate rispettivamente Calanco 2009, Rasenna 2013, Il Raggio 2010 e Rosso di Spicca 2012 al concorso internazionale InterVin.
Tornando indietro nel tempo segnaliamo i 90 punti assegnati da Wine Spectator (a maggio 2008) al Lunato 2006 mentre Traluce 2006 e Velico 2006 si fermano poco sotto, a quota 88. Dalla Germania e dalla rivista Feinschmecker, una delle più diffuse testate di cibo e vino del Paese, nel 2003 è giunta la selezione tra le migliori 5 aziende produttrici dell’Umbria. Sempre Wine Spectator nel 2002 a marzo assegna 89 punti al Calanco mentre in una rassegna umbra mette l’Orvieto Classico e l’Orvieto Classico Superiore de Le Velette nella prima e seconda posizione. Ancora nel 2002 Falstaff, la più importante rivista dedicata al vino in Austria, assegna il Best Buy al nostro Orvieto Classico Berganorio 2001. Nella degustazione alla cieca dei vini Orvieto Classico organizzata da Wines Spectator nel 2000 Lunato raggiunge la prima posizione con 86 punti mentre l’Orvieto Classico Secco si ferma in seconda posizione con 85 punti. Nel 1998 all’Orvieto Classico Le Velette 1997 viene assegnata la Medaglia di Bronzo alla Selezione Mondiale di Montreal in Canada.

Tenuta Le velette - Orvieto